NOI NON CONOSCIAMO LO SPAZIO.

LO ABITIAMO, LO PERCORRIAMO, MA NON SAPPIAMO ASCOLTARNE LA VOCE. NON NE ABBIAMO CONSAPEVOLEZZA.

 

Le Collezioni di oggetti Muse hanno proprio l'intento di attivare la percezione dello spazio in cui si vive, inducendo nuove linee di sguardo, (riflessi, sinergie, sinestesie) capaci di indurre nuove riflessioni , nuova consapevolezza, e di ricondurci alla meravigliosa

esperienza dell'Abitare

IL TEMA DELL'ABITARE CONSAPEVOLE

1

Gli spazi che abitiamo influenzano la qualità delle nostre vite. Eppure (circondati da architetture urbane spesso inqualificabili) attraversiamo le nostre città ed abitiamo le nostre case in modo inconsapevole, senza saperne ascoltare la voce, o addirittura con un totale disinteresse.

Ci siamo abituati.

Non sappiamo nulla dello spazio nel quale siamo immersi e col quale siamo in costante relazione.

 

 

Le Collezioni Muse si propongono di attivare questa consapevolezza generando riflessi, rifrazioni, sinergie e sinestesie tra colui che abita e lo spazio abitato.

Come? inducendo nuove linee di sguardo capaci di indurre nuove riflessioni, nuova consapevolezza, e di ricondurci ad un'esperienza autentica anche nella dimensione dell' Abitare.

2

IL TEMA DELLE
MATERIE PRIME
(Bellezza sostenibile)

Cerchiamo sempre di utilizzare materiali derivanti da scarti di produzione (ritagli di tessuti, tessuti fallati, fondi di magazzino, ceramiche e vetri di di scarto, ecc.).

In questo modo evitiamo di prendere altre risorse da madre natura e diamo invece nuova voce a scarti e giacenze che altrimenti sarebbero diventati rifiuti.

L'intento progettuale è di far rinascere Bellezza dalla Bellezza

L'intento sociale è di dare un piccolo contributo all' Economia circolare

Quando si rende necessario  un materiale che non riusciamo a reperire come scarto, ci concentriamo sempre sul rispetto delle risorse in pericolo, minacciate o limitate e facciamo grande attenzione alle fonti di provenienza

3

IL TEMA DELL'ECONOMIA CIRCOLARE

Economia circolare non è soltanto una nuova modalità di produzione.

Si tratta di una vera e propria filosofia che mira a recuperare oggetti scartati, ridurre lo spreco, restituire nuova vita ai materiali inutilizzabili.

In pratica, si basa sul principio che rifiuti e scarti materiali possano essere recuperati e reinseriti in nuovi cicli, utilizzati come materie prime per la produzione di nuovi oggetti. In questo modo si contribuisce ad una visione del mondo dove nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.

 

Non si tratta dunque di una semplice storia di riciclo creativo, l'intento è di aderire ad  un vero e proprio modello economico che si sta espandendo sempre di più, in Italia e nel mondo intero, per rendere il nostro pianeta un posto migliore.

 

I prodotti saranno caratterizzati da soluzioni materiche derivanti da un uso efficiente delle risorse, da materiali provenienti da fonti rinnovabili e dall'impegno progettuale di valorizzare e ridare vita a materiali di scarto destinati ad essere identificati come rifiuto.

 

Utilizzando materie prime di scarto non sempre prevedibili, le Muse potranno essere molto diverse tra loro, un insieme di pezzi unici che daranno al cliente qualcosa di non sempre replicabile.

4

IL TEMA DEL RIUSO

In questo caso i prodotti Muse si originano dall'impiego di arredi recuperati perché desueti, fuori moda o parte di giacenze di magazzino di aziende produttrici e showroom.

Arredi non più vendibili rinascono e trovano nuova vita

 

Materiali e pezzi riciclati, recuperati e opportunamente trasformati, diventano nuovi strumenti, nuovi punti partenza per arredare, al passo con i tempi che viviamo in cui cresce sempre più l’attenzione a evitare gli sprechi e a tutelare l’ambiente.

La filosofia di progetto è quella di recuperare vecchi mobili o mobili inutilizzati (giacenze di magazzino) per adattarli a nuovi usi. Ogni elemento d’arredo, realizzato con tecniche artigianali, sarà un pezzo unico, rifinito con vernici e altri prodotti ecocompatibili nel rispetto dell’ambiente.

 

Vi sono tre possibili linee d'azione:

  • Il rinnovo completo di mobili antichi, restaurandoli o dando nuova vita seguendo la moda del vintage

  • Il riutilizzo di parti di mobili o materiale di scarto per creare nuovi mobili o altri accessori per l’interior design

  • L’uso di materiale riciclato per creare elementi d’arredo